Fondi immobiliari: momento positivo per l’Italia

Fondi immobiliari: momento positivo per l’Italia

I fondi immobiliari specializzati mostrano segnali incoraggianti in Italia e in Europa*.
Le previsioni per la fine di quest’anno sono molto positive per l’Italia, dove si dovrebbero raggiungere i 55 miliardi di euro, con un +2,8% rispetto al 2018.

Il patrimonio immobiliare gestito in Italia dai fondi conferma il trend di crescita costante al quale abbiamo assististo negli ultimi anni, che deriva anche dal loro utilizzo da parte di soggetti esteri che operano nel nostro mercato, in cui gli investimenti commerciali rappresentano il 20%.
Le attese positive per il prossimo anno sono alimentate dall’annunciata politica di privatizzazione dei beni pubblici, che potrà dare vita a nuovi, importanti fondi immobiliari.

Un altro fattore cruciale potrebbe essere rappresentato dalla Brexit, che nel Regno Unito già registra una frenata degli investimenti delle imprese e debolezza degli investimenti immobiliari a causa dell’incertezza economica e politica, favorendo incidentalmente le piazze europee.
Dall’inizio dell’anno i mercati europei stanno affrontando un territorio sconosciuto, ma arrivano rassicurazioni da parte della BCE in merito alla sospensione degli aumenti dei tassi fino all’estate 2019, continuando a sostenere la minore vulnerabilità dei fondi immobiliari rispetto ai mercati finanziari. In Italia l’andamento è positivo con le attese di possibili fondi immobiliari pubblici a sostegno delle dismissioni.

Non solo dai fondi arrivano buone notizie, infatti la capitalizzazione in Borsa dell’industria del settore immobiliare italiano finanziarizzato anche dai fondi retail si è attestata a circa 3,9 miliardi di euro, con una crescita pari al 4%.

 

*Dati del Rapporto 2018 “I fondi immobiliare in Italia e all’estero” realizzato da Scenari Immobiliari

DESIDERI ULTERIORI INFORMAZIONI SUL TUO CASO SPECIFICO?

VUOI PARLARE CON UNO DEI NOSTRI SPECIALISTI?